Categorie
Intrattenimento

Dolittle, la mia non recensione

Di Antonio Scalogna

Lo ammetto, sento la mancanza di Tony Stark, ma ancora di più sentivo quella dei film con Robert Downey Jr, quindi sono andato a vedere di corsa Dolittle.

Da una parte sono contento che Robert Downey Jr abbia lasciato il personaggio di Tony Stark perché ora lo si può apprezzare in altre vesti (chissà, uno Sherlock magari) come in The Judge, film stupendo.

Categorie
Intrattenimento

You – Amore e Social Network

Di Antonio Scalogna

Alla fine mi sono fatto convincere, ho guardato l’ennesima serie Netflix super chiacchierata

Molto spesso, per quanto mi riguarda, tutto il chiacchiericcio che si forma intorno ad una serie mi fa passare la voglia di guardarla, un esempio è Game of Thrones (sì, non l’ho mai vista e per ora non ho intenzione di guardarla).

Negli ultimi anni, inutile girarsi attorno, va di moda trattare argomenti di sesso, abusi e via dicendo (soprattutto su Netflix), You aggiunge un altro argomento trattando lo stalking, in un modo abbastanza realistico. Ricordo che è sempre una serie tv, quindi tutto è molto enfatizzato.

Categorie
Intrattenimento

Jumanji – The Next Level

Di Antonio Scalogna

Terzo film di Jumanji, con Dwayne Johnson si va sul sicuro.

Dopo le indimenticabili avventure del secondo capitolo di Jumanji, Spencer, Bethany, Fridge e Martha, tornano ad impersonificare i personaggi di Jumanji, questa volta per salvarla dal cattivo Jurgen il Bruto.

Quello che cambia è la distribuzione dei personaggi perché il gioco essendo rotto non fa selezionare i personaggi, infatti ci sono delle new entry tutt’altro che giovani, il nonno di Spencer e un suo amico che, trovandosi nei pressi del videogame, prendono il controllo di due personaggi.

Non mi dilungo più di tanto sulla storia, però vi dico che nonostante il film mi sia piaciuto tanto, due cose non mi sono piaciute, in particolare la prima (contiene spoiler):

INIZIO SPOILER
Come già detto il gioco è rotto e tra tutte le persone presenti vicino al gioco, l’unica che non riesce ad entrare è Bethany.
Lei va da Alex, ovvero l’attore Colin Hanks, nonché Nick Jonas dentro Jumanji e, non si sa in che modo, riescono entrambi ad entrare in gioco. Avrebbero dovuto spiegare il “come”. Sono convinto che una spiegazione ci sia ma probabilmente è rimasta in sala di montaggio.
FINE SPOILER

L’altra cosa che non ho apprezzato è la fortuna, sembra tutto pilotato/scriptato, ma se da una parte è negativo perché è un film, dall’ altra bisogna considerare che Jumanji resta comunque un gioco, quindi ci può stare.


Alla fine queste sono le uniche due vere critiche del film,
per il resto, mi sono divertito per tutta la durata del film e ho apprezzato un sacco la scena finale che fa ben sperare su un possibile seguito e, perché no, una degna conclusione di Jumanji.

Categorie
Intrattenimento

Klaus, come tutto ebbe origine

Di Antonio Scalogna

Ho iniziato Klaus, il nuovo cartone distribuito da Netflix e diretto da Sergio Pablos.

Prima di iniziare a parlare del film è obbligatorio spendere due parole su come è nato questo progetto.

Klaus è il debutto come regista di Sergio Pablos, il quale ha lavorato ad altri film Disney, come Hercules, Tarzan, Cattivissimo Me, e tanti altri.
In seguito Sergio Pablos iniziò a pensare e, successivamente, a sviluppare un lungometraggio senza perdere però quel tocco classico dei film d’animazione.

Categorie
Intrattenimento

El Camino, un accontentino

Di Antonio Scalogna

Questo articolo contiene solo spoiler sia della serie che del film, non posso fare altrimenti. “Lettore avvisato, mezzo salvato”.

El Camino è il film che segna la fine di un capolavoro durato 5 stagioni, con uno dei finali migliori in assoluto. Infatti la maggior parte della storia raggiunge una fine, tranne quella di Jesse Pinkman che è riuscito a fuggire da quella schiavitù per Todd e suo zio, grazie a Walter White, urlando come un dannato e pieno di cicatrici, a bordo della El Camino di Todd.