Categorie
Software Tecnologia

Recensione: GoodNotes 4, semplice e di facile uso

Di Claudio Stoduto

Ho cercato di ampliare le potenzialità del mio fantastico iPad Pro da 12,9 pollici e la sua Apple Pencil con GoodNotes 4.

Da qualche settimana sto utilizzando con grandissimo piacere GoodNotes 4 per il mio iPad Pro. Si tratta di un’applicazione che permette di poter organizzare in taccuini alcuni appunti e sfruttare tutte le potenzialità della Apple Pencil.

Il primo impatto é stato sin da subito molto positivo. Mi sono trovato davanti ad una UI semplice, pulita ma essenziale. Due tap e si era già in grado di poter comprendere quasi al meglio il funzionamento di base di tutto il software. Non male. Di contro posso dire che le impostazioni sono decisamente complete e molto complete, vi lascio un video che vi mostra praticamente ogni singolo aspetto della personalizzazione. Ammetto che quando ho visto la possibilità di poterla impostare al meglio anche io che sono mancino mi sono un po’ emozionato.

Passando invece al cuore del software, la gestione delle note é anche qui molto semplice ma essenziale. Avremo a disposizione due gruppi di quattro icone che ci permetteranno di modificare da un lato il tratto della penna, l’evidenziatore, l’inserimento di alcune forme, la disconnessione della penna o l’utlilissima e precisissima gomma. Più a sinistre invece avremo la possibilità di navigare e tornare indietro ai vari taccuini, vedere tutte le pagine presenti in uno di essi, aggiungerne di nuove, inserire un aiuto per delle forme geometriche (comodissimo e preciso) e la possibilità di attivare una sorta di grande lente di ingrandimento che ci permetta di scrivere a mano decisamente meglio.

Per quanto riguarda invece la sincronizzazione, c’é l’imbarazzo della scelta. Sin da subito ho attivato iCloud, il mio cloud storage predefinito. Tuttavia potrete anche scegliere tutta una serie di opzioni che comprendono Dropbox, Google Drive, OneDrive e Box. Si potrà fare sia un backup automatico che completo del vostro intero database. Ottimo.

Conclusioni:

Mi trovo davanti ad un’applicazione ottima. Ho trovato un solo difetto (ma solo perché sono pignolo): la creazione di una nuova pagina all’interno di un singolo taccuino. Purtroppo é tanto completa quanto macchinosa se si vuole scegliere una trama diversa e spesso nell’uso di tutti i giorni può risultare un po’ scomoda. Si chiaro, si ha tutto, però manca quella velocità che può essere comoda in questo aspetto. Velocità invece che avete tirando verso sinistra sul foglio in fase di modifica, però con la stessa trama già presente.

Costa 8,99 euro e vale ogni singolo centesimo. Assolutamente approvata.

Categorie
Software

Recensione: CARROT Weather per iOS

Di Leonardo Razovic

Proprio ieri si parlava del nuovo iOS 11 e di tutte le sue nuove funzioni. Tra le più interessanti spicca ARKit, un insieme di API (Application Programming Interface) che permette agli sviluppatori di implementare all’interno delle applicazioni la realtà aumentata. Questo permette di creare app che interagiscono con l’ambiente circostante attraverso la fotocamera del nostro dispositivo, ed è per questo che oggi voglio parlarvi di CARROT Weather, una delle prime applicazioni che si è aggiornata per iOS 11 introducendo il supporto ad ARKit.

Iniziamo parlando delle funzioni basilari, le previsioni del meteo, visto che di base si tratta di questo. I dati meteorologici vengono presi da Dark Sky dunque le informazioni fornite sono attendibili e spesso molto precise, come sempre però si tratta di previsioni quindi non sempre sono accurate, ma questo non dipende dall’applicazione. Una volta aperta l’app la prima cosa che si nota non è la splendida interfaccia grafica, bensì l’assistente vocale (in inglese) che fin da subito ci accoglierà con la sua “particolare” personalità decisamente passivo-aggressivo, ma molto simpatica, che vi racconterà le condizioni giornaliere con oltre 2000 linee di dialogo che ovviamente cambieranno in base al meteo. L’interfaccia a differenza di tante altre applicazioni che sono molto ricche di informazioni, ma confusionarie, è decisamente semplice e curata, con dei colori che ben si abbinano tra di loro e delle magnifiche animazioni che riescono a rendere piacevole anche una noiosa consultazione delle previsioni del tempo.

Come scritto nell’introduzione l’ultimo aggiornamento include il supporto alla realtà aumentata, basterà andare nel menu per attivare questa modalità che farà prendere vita al nostro robot posizionandolo in una qualsiasi superficie davanti a noi, in questo modo consultare il meteo sarà come nei film di fantascienza.

Le applicazione curate però si pagano, ed in questo caso dovete valutare voi se è necessario spendere 4,49€ per un’applicazione del genere. Non sono pochi, anche considerando le alternative gratuite che non mancano, ma secondo me è giusto pagare per un’applicazione che fornisce tutte queste piccole caratteristiche extra, infatti inoltre a quelle sopracitate non manca il supporto a watchOS 4 e al grande schermo del nuovo iPad Pro, c’è perfino l’app per iMessage e la versione per Apple TV e macOS. Se dunque siete dentro all’ecosistema Apple completamente e volete qualche cosa in più rispetto all’applicazione di sistema, CARROT Weather fa al caso vostro.

CARROT Weather è disponibile sull’App Store al prezzo di 4,49€

Categorie
Recensioni Software

Recensione: PDF Expert macOS

Di Claudio Stoduto

PDF Expert è in assoluto la migliore applicazione che vi permette di modificare, annotare ed editare un PDF anche su macOS.

Quando si parla di modifiche relative ai PDF sul mondo Apple, non mi viene difficile pensare subito a PDF Expert di Readdle. La utilizzo costantemente su iOS ed ora anche su macOS e non credo di avere delle remore nel dire che si tratta del miglior software in assoluto di questo genere.

Interfaccia ed esperienza d’uso:

L’interfaccia utente si presenta semplice ed intuitiva. Così come per Anteprima, almeno nel mio caso, ci si trova subito a proprio agio e con tutti gli strumenti necessari per poter prendere letteralmente il possesso del PDF che si sta analizzando.

Inserire manualmente un testo o un’evidenziazione è tanto semplice quanto veloce. Non ci sono scatti o imperfezioni quando si applicheranno delle modifiche come spesso accade su altri prodotti simili. Il risultato lo ho trovato sempre perfetto e ben oltre le mie più rosee aspettative finali.

Una funzione che ho trovato estremamente utile è la diversificazione tra le varie modalità di inserimento degli appunti. Infatti è ben chiaro, grazie ad un ottimo studio di base della UI, se andare ad evidenziare il testo, scriverci sopra, barrarlo o solamente sottolinearlo. Non ho mai sbagliato nel selezionare e/o optare per l’opzione errata e questo, specie quando si deve prendere appunti di fretta come succede in università, per me è fondamentale.

Conclusioni:

Dopo aver amato l’applicazione per iOS, specie in ambito universitario. Il costo non è estremamente accessibile a tutti, però il funzionamento ripaga in pieno ciò che andrete a spendere. Se siete degli studenti universitari, beh non ci sono molte alternative valide quanto questo e credetemi che andrete a risparmiare moltissimo tempo nella gestione dei vostri appunti, nella realizzazione di appunti e nella modifica in tempo reale di documenti forniti dai professori.

Categorie
Recensioni Software

Recensione: Boxy 2 per macOS

Di Leonardo Razovic

Ormai abbiamo a disposizione centinaia di modi per comunicare, ma la posta elettronica rimane in uso nonostante sia una tecnologia del 1971. A quei tempi il presidente degli Stati Uniti era Richard Nixon, la gente piangeva la scomparsa di Jim Morrison ed Internet ancora non esisteva, ne è passato di tempo, ma ancora utilizziamo le Email.

Giustamente con il passare degli anni i servizi si sono evoluti e sono migliorati, e nel 2014 Google ha rilasciato Inbox by Gmail, che ben presto è diventato il mio “aggregatore” per la posta perché era curato, semplice e funzionale. Non era esente da difetti ovviamente: era compatibile solo con Google Chrome, e da utente macOS ed iOS, utilizzo Safari. Per iOS il problema non si pone, visto che è disponibile l’applicazione ufficiale, ma sul Mac non mi andava di installare Chrome solo per leggere la posta, fortunatamente due sviluppatori italiani (@frankdilo e @linuz90) hanno saputo risolvere questo problema, creando Boxy. Mi ha colpito fin da subito (tant’è che potete trovare anche un mio articolo che parla della prima versione) e non ho mai smesso di usarla, per questo sono contento di poter scrivere della nuova versione di Boxy, Boxy 2.

La cura per i dettagli.

L’applicazione funzionava già a dovere, e faceva tutto quello che ci si aspetta da un client di posta elettronica, ma la nuova versione va a perfezionare alcuni aspetti che migliorano ulteriormente l’esperienza d’uso. Le novità che più apprezzo sono sicuramente il nuovo tema bianco, molto pulito e semplice, le notifiche per le nuove Email e più opzioni per ingrandire il Font. Ottima anche la nuova gestione dei profili multipli e la possibilità di avere l’icona nella Menu Bar. L’elenco completo delle novità potete trovarlo sul sito ufficiale ma vi posso assicurare che l’applicazione vale il suo prezzo vista la cura maniacale per i dettagli, ma soprattutto vale l’aggiornamento visto che è gratuito se avete acquistato la versione precedente, avvenimento sempre più raro in un periodo dove quasi tutto va pagato tramite abbonamento annuale. L’acquisto rimane consigliato nonostante Inbox sia compatibile con Safari, perché preferisco sempre avere un applicazione dedicata. Ovviamente funziona solo con le caselle di posta abilitate ad Inbox (controllate bene prima di procedere con l’acquisto), se invece usate Gmail e non ancora Inbox dovete sicuramente dare una chance a questa sua naturale evoluzione perché nel mia caso mi ha permesso di organizzare in maniera più efficiente la posta, diminuendo il tempo perso dietro Email inutili.

Boxy  è disponibile sul Mac App Store per 6,99€.

Categorie
Recensioni Software

Recensione: SpdrVision per iOS: il tutto-in-uno della TV online, da vedere dove vuoi

Di Redazione

Mi è capitato ogni tanto di essere in giro, ad esempio in treno, e di voler vedere un programma che stanno facendo vedere in diretta tv. In quei casi devo preoccuparmi di avere già installato sul mio dispositivo l’app necessaria per la visualizzazione del canale che voglio guardare, ma nel corso del tempo di mi sono accorto che ero sempre obbligato o ad usare app instabili o ad usare Safari perché non esiste un’app che mi permetta di farlo. Ma a risolvere questo problema è arrivata SpdrVision, che dopo essere approdata su Mac App Store, ora è disponibile anche per iOS.

Com’è?

L’app ha una grafica semplice ed intuitiva, al primo avvio si apre una pagina di introduzione sulle funzioni principali. Una volta aperta si accede alla schermata principale che mostra l’elenco dei ben 38 canali tv italiani che si possono guardare. L’icona in basso al centro permette di accedere alla schermata delle informazioni sull’app e alle impostazioni. Molto utile la possibilità di attivare un tema scuro, che rende più piacevole l’uso dell’app in situazioni di buio.


I possessori di iPhone possono usufruire del 3D Touch per visualizzare le informazioni del programma in onda del canale sul quale si effettua un peek e si può anche fare in modo di salvare i canali in un elenco di preferiti, che possono essere salvati fino ad un massimo di quattro. Nessun problema per gli iPad o gli iPhone non dotati di 3D Touch, che possono comunque salvare i preferiti e visualizzare le informazioni all’apertura di un canale.


Non viene dimenticato l’iPad, perché SpdrVision supporta la risoluzione dell nuovo iPad Pro 10.5”, dispositivo non ancora supportato su altre app molto più famose come Spotify, e soprattutto se state guardando un canale su iPad, potete utilizzare altre app contemporaneamente grazie al supporto del Picture in Picture e dello split screen. Inoltre se viene usata una tastiera fisica con iPad, è possibile sfruttare le comode abbreviazioni da tastiera.

Conclusioni

Probabilmente SpdrVision è l’unica app per iOS ad offrire questo tipo di servizio e per questo il suo costo, per nulla eccessivo, lo vale tutto. Infine l’app è in continuo sviluppo e sono previsti degli aggiornamenti nei prossimi mesi che porteranno novità e maggiore stabilità. In occasione del lancio su App Store, l’app è in offerta a soli 49 centesimi.

Potete scaricare SpdrVision per iOS su App Store a questo link e richiede che sia installato almeno iOS 9.